Risultati 1 - 10 su circa 23 per  Wikipedia / Cargeghe nuraghe / Wikipedia    (1834145 articoli)

Cargeghe print that page

Veduta_di_Cargeghe_in_primavera

Gli stanziamenti umani nel territorio di Cargeghe in epoca preistorica sono documentati dalla presenza di alcuni nuraghi quali Cherchizzos e Santa Maria, inoltre avanzi di un nuraghe sono visibili nel centro storico del paese, come tramandato anche da una fonte parrocchiale ottocentesca

Torralba (Italia) print that page

Torralba,_panorama_(02)

nel suo territorio. Tra i nuraghi più importanti presenti nel territorio torralbese spiccano il nuraghe Oes e senza dubbio il complesso nuragico di nuraghe Santu Antine , uno dei più grandi e meglio conservati della Sardegna , con la torre centrale alta 17 metri. Il centro abitato di Torralba

Gallura print that page

Capo_di_testa

La Gallura ( Gaddùra / ga'ɖːura / in gallurese , Caddùra in sardo ) è una subregione storica e geografica della Sardegna . Comprende la parte nord-orientale dell'isola, dal fiume Coghinas che la delimita a ovest, passando poi per il massiccio del Limbara , che ne delimita la parte

Ollolai print that page

Panoramaa

Sul monte di Santu Basili ci sono le radici del paese. Qui infatti si hanno testimonianze dei primi insediamenti umani risalenti al 4000 a.C. Successivamente a queste genti si unirono clan di nuragici fuggiaschi delle pianure del Campidano per sottrarsi all'invasore Cartaginese : gli Iolaesi

Milis print that page

Piazza_dei_Martiri,_Milis_(OR)

In età nuragica il territorio vide la presenza di numerosi nuraghi , di cui si conservano il nuraghe Cobulas e il nuraghe Tronza , situato sulle rive del Riu Mannu . L'origine del toponimo "Milis" si suole far risalire al termine latino miles (soldato). I monaci camaldolesi di Bonacardo

Bonnanaro print that page

Bonnanaro,_panorama_(01)

offre ai visitatori uno dei più suggestivi panorami della zona. Poco distante, in prossimità del nuraghe Nieddu, si trova in grave stato di abbandono la settecentesca chiesa di San Basilio . Fontana di Cantaru Società [ modifica | modifica wikitesto ]

Giave print that page

Giave_-_Panorama_(03)

tra le quali quella di Riu Mulinu ed i monumenti dell' età nuragica del bronzo, come il noto nuraghe Oes . Storia [ modifica | modifica wikitesto ] Grazie alla feracità dei suoli la zona di Giave fu intensamente abitata sin dalla preistoria, trovandosi nei pressi della Valle dei Nuraghi

Padria print that page

Padria_-_Panorama_(01)

Il paese di Padria, adagiato a ridosso di tre caratteristici colli (San Giuseppe, San Paolo, San Pietro), è posto all'estremità nord-ovest della Sardegna. Il suo territorio è ricompreso nella parte centrale dell'area geografica denominata Valle del Temo . Confina a nord con i territori dei

Siligo print that page

Siligo,_panorama_(03)

Siligo fa parte della Regione Agraria n. 6 - Colline del Meilogu. Il suo territorio si estende per oltre 4.000 ha ed è caratterizzato da diversi rilievi di origine vulcanica, tra i quali spicca il monte Santu (733 metri), dalla caratteristica forma troncoconica ( mesa ) e il monte Ruju da

Semestene print that page

Semestene_-_Panorama_(01)

senza neanche tentare di conteggiare le numerose domesticas o fattorie monofamiliari isolate. Il nuraghe de Iscolca, autentica postazione di vedetta da cui la visuale può spaziare dalla marina di Bosa fino ai colli di Villanova Monteleone, era giustamente il principale punto di riferimento