-

Risultati 1 - 10 su circa 65 per  Wikipedia / Cargeghe sassari / Wikipedia    (1834145 articoli)

Cargeghe print that page

Veduta_di_Cargeghe_in_primavera

Gli stanziamenti umani nel territorio di Cargeghe in epoca preistorica sono documentati dalla presenza di alcuni nuraghi quali Cherchizzos e Santa Maria, inoltre avanzi di un nuraghe sono visibili nel centro storico del paese, come tramandato anche da una fonte parrocchiale ottocentesca

Torralba (Italia) print that page

Torralba,_panorama_(02)

Centro prevalentemente agricolo, sorge in una zona collinare circondata da vallate in una delle quali, si trova la chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo. Origini del nome [ modifica | modifica wikitesto ] In antichità chiamato anche Toralba, Toralva e Turralba il nome deriva probabilmente

Usini print that page

Usini,_panorama_(02)

Il territorio comunale sorge a 200 metri sopra il livello del mare e presenta una superficie di 30,7 chilometri quadrati per una densità abitativa di 140 abitanti per chilometro quadrato. Storia [ modifica | modifica wikitesto ] Preistoria e storia antica [ modifica | modifica wikitesto

Arcidiocesi di Sassari print that page

Sassari_-_Cattedrale_di_San_Nicola_(01)

L' arcidiocesi di Sassari (in latino : Archidioecesis Turritana ) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Italia appartenente alla regione ecclesiastica Sardegna . Nel 2014 contava 220.000 battezzati su 226.800 abitanti. È retta dall' arcivescovo Gian Franco Saba . Indice

Gallura print that page

Capo_di_testa

La Gallura ( Gaddùra / ga'ɖːura / in gallurese , Caddùra in sardo ) è una subregione storica e geografica della Sardegna . Comprende la parte nord-orientale dell'isola, dal fiume Coghinas che la delimita a ovest, passando poi per il massiccio del Limbara , che ne delimita la parte

Banari print that page

Banari,_panorama_(04)

Il toponimo Banari potrebbe derivare etimologicamente dal nome della popolazione nuragica dei Balari . Storia [ modifica | modifica wikitesto ] Il territorio fu abitato fin dal Neolitico , come testimoniano antiche strutture sepolcrali ( Domus de Janas ) risalenti al 1800 - 1500 a.C.

Giave print that page

Giave_-_Panorama_(03)

Il comune fa parte della Comunità montana del Logudoro e della Regione Agraria numero 6 - Colline del Meilogu. Conta 289 nuclei familiari e 496 abitazioni [ senza fonte ] , ed è dotato di una fermata ferroviaria a valle, dove è presente un piccolo insediamento industriale. Indice 1

Padria print that page

Padria_-_Panorama_(01)

Il paese di Padria, adagiato a ridosso di tre caratteristici colli (San Giuseppe, San Paolo, San Pietro), è posto all'estremità nord-ovest della Sardegna. Il suo territorio è ricompreso nella parte centrale dell'area geografica denominata Valle del Temo . Confina a nord con i territori dei

Bonnanaro print that page

Bonnanaro,_panorama_(01)

Significativa la ricchezza del territorio dal punto di vista archeologico ; in particolare prende il nome dal paese una specifica facies culturale dell' età del Bronzo antico : la Cultura di Bonnanaro , appunto, caratteristica per le proprie produzioni fittili , architettoniche e per le modalit

Borutta print that page

Borutta

Borutta divenne residenza del vescovo. Nel 1503 la diocesi venne soppressa e unita a quella di Sassari . Nel 1750 fu incorporato nel marchesato di Valdecalzana, concesso ai Martinez e poi ai De Queralt, ai quali fu riscattato nel 1839 dopo la soppressione del sistema feudale. Nell'aprile