-

Risultati 1 - 10 su circa 33 per  Wikipedia / Civetta istrice drago barbagianni / Wikipedia    (1834145 articoli)

Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna print that page

Parchi_nazionalib

Il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna è un'area protetta italiana, istituita nel 1993 [2] . Situato nell' Appennino tosco-romagnolo , il parco si trova lungo il confine delle regioni Emilia-Romagna e Toscana , a cavallo tra le province di Forlì-Cesena

Mezzojuso print that page

Mezzojuso3

coniglio europeo , la lepre europea , il gatto selvatico europeo , la martora la donnola , l' istrice e il riccio europeo , l' avifauna è composta da uccelli rapaci come il gheppio , la poiana , l' aquila del Bonelli , la rara aquila reale , il nibbio bruno , il nibbio reale e il capovaccaio

Parco regionale del Conero print that page

Ancona_il_Conero

Il Parco regionale del Cònero è un' area naturale protetta delle Marche istituita nel 1987 e che si estende sul promontorio omonimo , in provincia di Ancona . Indice 1 Storia del Parco 1.1 Il dibattito che ha condotto all'istituzione 1.1.1 I primi passi 1.1.2 Espansione

Riserva naturale dell'Insugherata print that page

RN_Insugherata_1

Fauna [ modifica | modifica wikitesto ] Tra i mammiferi sono comuni la volpe , la donnola , l istrice . È segnalato il tasso , la cui presenza è probabilmente saltuaria e il cinghiale . Tra i micromammiferi sono presenti roditori - il moscardino , il topo selvatico , l'arvicola di Savi

Canale Monterano print that page

Monterano_drone1

L'abitato da cui ha avuto origine Canale è sorto, attorno alla metà del XVI secolo , per opera di braccianti e taglialegna provenienti dalla Toscana e dall’ Umbria , chiamati a disboscare le fitte macchie che ricoprivano il territorio. Le loro prime abitazioni furono semplici capanne,

Campagnano di Roma print that page

CampagnanoCentroStorico

il cinghiale ( Sus scrofa ) e il riccio ( Erinaceus europaeus ), mentre più raro risulta l' istrice ( Hystrix cristata ). La zona presenta inoltre una fauna avicola molto varia i cui esponenti più notevoli sono i rapaci [3] : il nibbio bruno ( Milvus migrans ), la poiana ( Buteo buteo

Riserva naturale regionale orientata Boschi di Santa Teresa e dei Lucci print that page

Muretto_a_secco

presenti possiamo citare molti mammiferi tipici del bioma mediterraneo come i roditori quali l istrice , la lepre, lo scoiattolo europeo, il ghiro e il topo campestre ed altri animali come il tasso ( Meles meles ), la volpe, il gatto selvatico, la donnola, la faina e il riccio. Tra i rettili

Parco regionale dei Castelli Romani print that page

Caastelgandolfo11

corvo chiassoso e colorato;il bosco molto fitto offre un rifugio al tasso ,alla martora e all' istrice ;l'abbondanza di passeriformi come

Aringo print that page

AringovistodaNord

Edificato già in epoca romana lungo la via Calatina , la antica via lunga circa 125 miglia che attraversava la Sabina , probabilmente deve il suo nome ad un goto di nome Arrigs che alla fine dell'antico evo vi si stabilì per avere il pieno controllo dell'economia agricola della zona grazie

Parco regionale di Roccamonfina-Foce Garigliano print that page

Galluccio03

Il Parco regionale di Roccamonfina-Foce Garigliano è un parco regionale della provincia di Caserta , in Campania . È stato istituito nel 1993, con legge regionale 1º settembre 1993 n. 33. La sede e la direzione del parco sono a Sessa Aurunca . [1] Indice 1 Generalità 2 Storia