-

Risultati 1 - 10 su circa 311 per  Wikipedia / Mamoiada nuoro sardi / Wikipedia    (1834145 articoli)

Nuoro print that page

Vista_di_Nuoro_dal_monte_Ortobene

, L'Aquila , Campobasso , Aosta e Caltanissetta . Clima [ modifica | modifica wikitesto ] Nuoro - Seuna Vista di Nuoro con la neve Nuoro gode, come quasi tutti i comuni della Sardegna, di un clima mediterraneo temperato dominato da un ricorrente maestrale, con estati moderatamente

Provincia di Nuoro print that page

Nugoro_strassenschild_sardisch

La provincia di Nuoro ( provìntzia de Nùgoro in sardo ) è una provincia italiana della Sardegna di 210 972 abitanti, istituita con RDL 2 gennaio 1927, n. 1. Affacciata a est sul Mar Tirreno , confina: a nord con la provincia di Sassari , a ovest con la provincia di Oristano

Sardegna e Corsica print that page

Sardinia_et_Corsica_collage

Bonorva 4.1.3 Bosa 4.1.4 Cagliari 4.1.5 Calangianus 4.1.6 Cornus 4.1.7 Fordongianus 4.1.8 Mamoiada 4.1.9 Macomer 4.1.10 Meana Sardo 4.1.11 Metalla 4.1.12 Neapolis 4.1.13 Nora 4.1.14 Nuoro 4.1.15 Nure 4.1.16 Olbia 4.1.17 Oschiri 4.1.18 Othoca 4.1.19 Porto

Storia della Sardegna bizantina print that page

Pope_Gregory_I

L' età bizantina nella storia sarda si fa iniziare convenzionalmente con la riconquista da parte di Giustiniano nel 534 che mise fine dopo circa ottant'anni all' età vandalica . A quella data, però, si mantenne una continuità sostanziale con la fase romana. L'invasione dei Longobardi

Barbagia print that page

Monti_di_Oliena

di circa 1.300 km² con una popolazione di circa 120.000 abitanti. Il centro più popoloso è Nuoro . Indice 1 Geografia fisica 2 Storia 2.1 Preistoria e storia antica 2.2 Il Medioevo 3 Regioni storiche 4 Note 5 Bibliografia 6 Voci correlate 7 Collegamenti esterni

Mamoiada print that page

Mamoiada_Panorama

corrispondenza dell'asse nord-sud della Sardegna , lungo la strada Ulbiam-Caralis , l'abitato di Mamoiada fu interessato da una presenza militare romana. Il rione Su 'astru ha un nome che ricalca quello che i romani davano ai loro piccoli presìdi ( Castrum ). La presenza romana è altres

Ogliastra print that page

Cala_Sisine

ai più importanti edifici nuragici, che rappresentano la vitalità e le capacità creative dei Sardi del mondo antico, si riscontrano i muri a secco circolari delle capanne di frasche che costituivano dei veri e propri villaggi, come a Orruinas (Arzana), Su Chiai (Villagrande), Goene (Ilbono

Alà dei Sardi print that page

Al%C3%A0_dei_Sardi,_panorama_(03)

Alà dei Sardi sorge a 663 metri s.l.m su un vasto altipiano caratterizzato da boschi di querce da sughero, lecci e roverelle, con una superficie di 197,990  km² . È inserito nella regione storica del Monteacuto e rappresenta il confine orientale tra quest'ultima e quelle della Baronia

Editto delle chiudende print that page

Sheep_near_lula_sardinia

Il cosiddetto editto delle chiudende , più precisamente " Regio editto sopra le chiudende, sopra i terreni comuni e della Corona, e sopra i tabacchi, nel Regno di Sardegna ", fu un provvedimento legislativo emanato il 6 ottobre 1820 [2] dal re di Sardegna Vittorio Emanuele I e pubblicato

Olzai print that page

Olzai_-_panorama

Sadali, Ussassai, Seui), della Barbagia di Ollolai (Fonni, Ollolai, Gavoi, Olzai, Lodine, Ovodda, Mamoiada ) e del Marchesato di Terranova in Gallura (Olbia). Dopo la Guerra di successione spagnola e del trattato dell'Aja, il Regno di Sardegna l'8 agosto 1720 passò a Vittorio Amedeo II primo