-

Risultati 1 - 10 su circa 147 per  Wikisource / Mamoiada olzai sardi sardi / Wikisource    (290833 articoli)

La via del male/X print that page

La notte tra il sette e l’otto settembre un gruppo di fanciulle nuoresi percorreva i sentieri mal tracciati che, attraverso tancas , pascoli aperti e boschi di quercie, conducono dalle campagne di Nuoro al monte Gonare. Le graziose pellegrine notturne si recavano a piedi al santuario che

wikisource.org | 2017/3/6 9:27:01

Racconti sardi/La dama bianca print that page

Il capo di questa famiglia, già vecchio, ma ancora forte e vigoroso, — strano tipo di sardo con una soave e bianca testa di santo, degna del Perugino, — viene ogni tanto a Nuoro per recarci i fitti ed i prodotti del podere, e ogni volta ci racconta bizzarre storie che sembrano leggende

wikisource.org | 2016/3/3 17:27:53

Racconti sardi/Il Padre print that page

Facevano all’amore da una ventina di giorni, cioè da appena si erano conosciuti. Nania passava sullo stradale ogni giorno, verso le due, andando al ruscello per recar l’acqua alla cantoniera, e Jorgj l’attendeva sul ciglione facendo vista di guardare le pecore che a quell’ora meriggiavano

wikisource.org | 2016/3/3 17:28:00

Pagina:Fauna popolare sarda.djvu/60 print that page

latino (c)orticarium ì (come da ilex-ilicarium — donde Eliai — fondo nel territorio di Olzai ), che per fasi lin guistiche tutte proprie dei dialetti sardi darà (c)orticarium, orti(c)arium — ortiarium — orzarium — orzai e quindi olzài , come da * urticaria (da urtica) si arriva

wikisource.org | 2017/9/26 8:19:04

Racconti sardi/Macchiette print that page

I. A lbeggia . Sul cielo azzurro cinereo d’una dolcezza triste e profonda, curvato sull’immenso paesaggio silenzioso, passano sfiorando larghi meandri di un rosa pallidissimo, via via sfumanti nell’orizzonte ancora oscuro. Grandi vallate basse, ondeggianti, uniformi, s’inseguono

wikisource.org | 2016/3/3 17:28:06

Racconti sardi/Di Notte/II print that page

II. — Elias, Elias! — esclamava il padre di Simona. È inutile che tu urli chiedendo aiuto. Nessuno verrà, e la procella nasconde il tuo grido. Nessuno verrà! Tu devi morire lì, legato alla sedia ove ti assidevi ogni notte, dieci anni fa, ti ricordi, miserabile? ogni notte... in qualit

wikisource.org | 2015/12/5 16:53:43

Racconti sardi/Di Notte/IV print that page

IV. — E chi ci assicura che tutta questa storia non sia una fiaba?... — esclamò Tanu con voce terribile. Elias chinò il capo e nei suoi occhi morì la speranza. Dal volto dei suoi giustizieri, niente commossi dalle sue parole, egli vedeva la sua condanna, e provava il sovrumano strazio

wikisource.org | 2016/3/3 17:27:37

Pagina:Racconti sardi.djvu/95 print that page

di recarsi a San Matteo. I due giovinotti dalla fantasia calda e immaginosa come tutti i forti sardi della montagna, Categorie : Pagine con errata corrige Pagine SAL 100% Categoria nascosta: Pagine che usano RigaIntestazione

wikisource.org | 2015/12/6 13:32:33

Pagina:Racconti sardi.djvu/99 print that page

bambina. Fatto per cui la ragazza fu scacciata da casa sua, benchè Gavino giurasse e spergiurasse di sposarla appena finiti gli studi. «Invece l’ultimo anno che passò a Sassari conobbe donna Maria Croce: e vederla, innamorarsene, chiederla in isposa, sposarla e portarla quaggiù, fu tutt

wikisource.org | 2015/12/6 13:41:42

Pagina:Racconti sardi.djvu/103 print that page

una volta le labbra per non dare in esclamazioni e per non mancare di rispetto al pievano, interrompendolo; — anzi è troppo tardi davvero!.. — Come lo sai tu? — chiese il vecchio stupefatto. Bellia raccontò la sua avventura di cinque anni prima. Al pievano sembrò di sognare; aggrott

wikisource.org | 2015/12/6 13:51:36