-

Risultati 1 - 10 su circa 17 per  Wikipedia / Pollenza galleria tipografia maceratese 1538 / Wikipedia    (1834145 articoli)

Caldarola print that page

Caldarola_part

Serrapetrona , fa parte dei cosiddetti "Cinque comuni", che occupano la porzione centrale dell'entroterra maceratese per una estensione di 119,18 km² pari al 4,3% della superficie dell'intera provincia di Macerata . Il territorio è allungato in senso nord-sud e si estende alle pendici dell

Chiesa dei Santi Martino e Giorgio (Caldarola) print that page

Chiesa_Vestignano

attribuibili a Simone De Magistris . Sulla parete laterale nord si trova un altro affresco datato 1538 e attribuito a G. A. De Magistris. Nella fascia basamentale dell'affresco, nei tre ovali sono raffigurati i santi Apollonia, Antonio abate e Elena madre di Costantino. Per nascondere l'abside

Giuseppe Vanni print that page

Olivieri, membro di un'importante famiglia di Caldarola, fu uno dei protagonisti dell'Insorgenza maceratese . Passò al servizio del Ferdinando IV sovrano del Regno di Napoli e infine morì a Roma, in Piazza del Popolo, il 27 settembre 1808 fucilato dai francesi [2] . La vita pubblica [ modifica

wikipedia.org | 2017/12/2 10:00:14

Chiesa di San Sebastiano (Castelsantangelo sul Nera) print that page

Chiesa_di_San_Sebastiano_Foto

Sonia Pierangeli, Castelsantangelo sul Nera La Storia I Simboli Le Emozioni , Piediripa , Grafica Maceratese , 2009. Simonetta Torresi, Castelsantangelo sul Nera In Omnibus Finem , Pollenza , Tipografia S. Giuseppe srl, 2000. Ansano Fabbi, Visso e le sue valli , Spoleto , Arti grafiche

Nazareno Strampelli print that page

Nazareno_Strampelli

Fu uno dei più importanti esperti italiani di genetica del tempo. I suoi sforzi lo condussero alla realizzazione di decine di varietà differenti di frumento , che egli denominò " Sementi Elette " alcune delle quali ancora coltivate fino agli anni Ottanta del XX secolo [3] e perfino nel

Vestignano print that page

Castle_of_Vestignano

essere verosimile credere che all'epoca del possesso dei Varano (1468), del Vicariato di Summonte 1538 ) e del terziere di Sessanta (1568) sia avvenuta un considerevole incremento demografico e di conseguenza una cospicua edificazione sia di tipo residenziale che religioso. Lo stesso argomento

Collegiata di San Martino (Caldarola) print that page

S_Martino_facciata

La fabbrica della Collegiata di San Martino , che sorge al centro del lato est dell'attuale piazza Vittorio Emanuele II di Caldarola e si presenta, all'interno, come un edificio a tre navate con coro e cappelle laterali, la navata centrale dalla forma leggermente trapezoidale. L'arco trionfale

Giovanni Andrea De Magistris (Caldarola) print that page

Giovanni_andrea_de_magistris,_resurrezione_di_cristo,_1542,_01

Giovanni Andrea figlio di Berardinus Iacobi Magistri de Caldarola [1] , nato probabilmente all'inizio del Quattrocento e fratello di Palmisiano, Piergiacomo, Tiberio e Francesca, fu capostipite di una famiglia di pittori di Caldarola in provincia di Macerata , nelle Marche . Anche i figli

Simone De Magistris print that page

S_Martino_interno_pala

Simone figlio di Giovanni Andrea De Magistris e di Camilla di Ambrogio [1] , e fratello di Palmino e di Giovanfrancesco, entrambi pittori, faceva quindi parte di una famiglia di pittori di Caldarola in provincia di Macerata , nelle Marche . Anche i figli di Simone, Federico e Solerzio, svolsero

Durante Nobili print that page

Durante_Nobili_1535

Durante Nobile figlio di magister Nobilis de Lucca habitator Caldarola [1] , nato probabilmente dalle prime nozze del padre, nel 1544 si sposa con Lucrezia di Giovanni Antonio di Alessandro che non sembrerebbe avere legami di parentela con i De Magistris. Nel 1551 riceve la cittadinanza tolentinate