Risultati 11 - 20 su circa 88 per  Wikipedia / Cargeghe / Wikipedia    (1834145 articoli)

Berchidda print that page

Berchidda_-_Panorama_(02)

Berchidda sorge a 300 m sul livello del mare, ai piedi della catena del Limbara . Il territorio comunale, lungo la vallata in direzione sud-est è attraversato dalla S.S. 597 e dalla ferrovia Cagliari-Olbia-Golfo Aranci . Tutto il territorio è ben collegato col centro abitato tramite diverse

Tula (Italia) print that page

Tula_-_Panorama_(01)

In località Sa Turrina Manna è sito un parco eolico gestito dell' Enel con 68 aerogeneratori per una capacità di 60+23,80   M W . Indice 1 Storia 2 Monumenti e luoghi d'interesse 2.1 Architetture religiose 3 Società 3.1 Evoluzione demografica 3.2 Etnie e minoranze

Padria print that page

Padria_-_Panorama_(01)

Il paese di Padria, adagiato a ridosso di tre caratteristici colli (San Giuseppe, San Paolo, San Pietro), è posto all'estremità nord-ovest della Sardegna. Il suo territorio è ricompreso nella parte centrale dell'area geografica denominata Valle del Temo . Confina a nord con i territori dei

Bonorva print that page

Bonorva_-_Panorama_(01)

Denominata da Giovanni Spano la Siena sarda, per la purezza della Lingua sarda logudorese che viene parlata nel paese. Indice 1 Geografia fisica 1.1 Territorio 2 Storia 2.1 Preistoria 2.2 Epoca romana 2.3 Medioevo 3 Monumenti e luoghi d'interesse 3.1 Architetture

Florinas print that page

Florinas,_panorama_(01)

Area abitata già in epoca nuragica , durante l' epoca romana fu un importante oppidum . Nel medioevo fece parte del Giudicato di Torres , e fu capoluogo della curatoria omonima. Alla caduta del giudicato ( 1259 ) la zona fu contesa tra pisani e genovesi, e dal 1284 ( battaglia della Meloria

Bonnanaro print that page

Bonnanaro,_panorama_(01)

Significativa la ricchezza del territorio dal punto di vista archeologico ; in particolare prende il nome dal paese una specifica facies culturale dell' età del Bronzo antico : la Cultura di Bonnanaro , appunto, caratteristica per le proprie produzioni fittili , architettoniche e per le modalit

Codrongianos print that page

Codrongianos,_panorama_(01)

I resti di circa 57 nuraghi testimoniano che il territorio di Codrongianos era fortemente popolato già nel II millennio a.C. , durante l' età del bronzo . Le origini dell'odierno abitato si possono far risalire all'epoca romana quando nel III secolo per presidiare la strada che da Karalis

Siligo print that page

Siligo,_panorama_(03)

Siligo fa parte della Regione Agraria n. 6 - Colline del Meilogu. Il suo territorio si estende per oltre 4.000 ha ed è caratterizzato da diversi rilievi di origine vulcanica, tra i quali spicca il monte Santu (733 metri), dalla caratteristica forma troncoconica ( mesa ) e il monte Ruju da

Martis print that page

Martis_-_Panorama_(02)

L'area fu abitata già in epoca nuragica per la presenza nel territorio di alcuni nuraghi . Nel medioevo fece parte del Giudicato di Torres , nella curatoria dell'Anglona. Alla caduta del giudicato ( 1259 ) passò ai Malaspina , ai Doria e successivamente (intorno al 1450 ) agli Aragonesi

Putifigari print that page

Putifigari_-_Panorama_(01)

L'area fu abitata fin dal Neolitico , per la presenza sul territorio alcune domus de janas con una necropoli . Durante il medioevo appartenne al giudicato di Torres e fece parte della curatoria di Florinas. Alla caduta del giudicato ( 1259 ) passò sotto il dominio della famiglia genovese