-

Risultati 41 - 50 su circa 251 per  Wikipedia / Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Cina-3 / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Sudan print that page

una legge che almeno aiutava l'autonomia regionale. Subito venne fuori una guerra aperta tra le forze del Nord, islamiche e arabe, e quelle del Sud, con l'Esercito di Liberazione popolare, ma senza che ciascuno dei due fronti potesse prevalere. Chi soffrì, come al solito in queste guerre

wikibooks.org | 2018/8/26 15:53:24

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Sudafrica-2 print that page

SAS_Mendi_F148

Il Sudafrica è una realtà molto complessa e mai banale, e questo grande Paese non manca mai di stupire il suo visitatore. Specialmente se poi il governo storico di Thabo Mbeki, espressione tipica del 'post-Apartheid', cade e lascia un vuoto politico che sarebbe stato riempito poi dal nuovo

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Singapore-3 print that page

caricatori di 30 colpi e vi è un mirino da 1,5 o 3x. Esso è un fucile mirato ad essere del 21imo secolo , un'arma d'assalto rivelata e adottata in servizio nel 1999 per rimpiazzare l'M16S1 costruito localmente ma con licenza americana. Esso è anche venduto all'export, anche per impieghi

wikibooks.org | 2015/7/9 14:45:49

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Singapore-2 print that page

Attualmente Singapore ha forze armate a cui è possibile accedere da 16 anni e mezzo come volontari, oppure a 18 con la coscrizione obbligatoria, che dura 24 mesi. Grazie a questo è possibile ottenere delle F.A. piuttosto consistenti anche con una popolazione che vede una disponibilità

wikibooks.org | 2015/7/9 14:45:45

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Romania-2 print that page

Cooperation Council . Fondate nel 1860, nella corrente forma dell'11 aprile 2000, le Forţele Armate Române sono suddivise nelle classiche branche d'aviazione, marina ed esercito. Il QG è a Bucarest, il comandante supremo dell'esercito è Traian Băsescu , il ministro della Difesa è Mihai

wikibooks.org | 2018/3/18 18:16:02

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-Strikers print that page

Buccaneer_S2B_Mildenhall_1988.

pieno carico di 1.113 km. Tecnica [ modifica ] Il Buccaneer aveva quindi una fusoliera costruita secondo la 'regola delle aree', che pure non dovrebbe essere così importante per una macchina subsonica. L'intera cellula era in lega d'alluminio. L'ala era a freccia, in posizione media, con

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Polonia-2 print that page

prodotti M28B con eliche a 5 pale e negli anni '90 erano già apparsi tipi da ricognizione marittima e forze di polizia. L'aereo è ben apprezzato per operazioni STOL e manovra bene a velocità basse, opera su piste non pavimentate e ha un vano di carico posteriore di facile accesso. I costi

wikibooks.org | 2018/5/26 9:02:49

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Nuova Zelanda print that page

inesistente e che la Nuova Zelanda non era certo una nazione popolosa come molti altri belligeranti. Nel dopoguerra ha combattuto in Corea e ha svolte molte missioni di peace-keeping. Ovviamente è legata alla sua 'sorella maggiore', l'Australia, con la quale ha formato i famosi reparti ANZAC

wikibooks.org | 2017/10/7 8:33:58

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Nigeria print that page

processo di distacco dalla Corona inglese, il governo coloniale nigeriano prese il controllo delle forze militari locali. Purtroppo, subito dopo la sua creazione come Stato indipendente, la Nigeria dovette affrontare una terribile guerra civile con la provincia secessionista del Biafra, giusto

wikibooks.org | 2018/7/11 6:54:31

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Messico print that page

Sonora_aircraft

Potrà sembrare strano che le Forze Armate messicane, protagoniste storiche della politica nazionale, negli ultimi decenni non siano state particolarmente attive in tal senso, anzi siano diventate le meno politicamente impegnate dell'America latina. Fino alla rivoluzione del 1911-20 erano