-

Risultati 41 - 50 su circa 251 per  Wikipedia / Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Pakistan-2 / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-Strikers print that page

Buccaneer_S2B_Mildenhall_1988.

pieno carico di 1.113 km. Tecnica [ modifica ] Il Buccaneer aveva quindi una fusoliera costruita secondo la 'regola delle aree', che pure non dovrebbe essere così importante per una macchina subsonica. L'intera cellula era in lega d'alluminio. L'ala era a freccia, in posizione media, con

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Polonia-2 print that page

prodotti M28B con eliche a 5 pale e negli anni '90 erano già apparsi tipi da ricognizione marittima e forze di polizia. L'aereo è ben apprezzato per operazioni STOL e manovra bene a velocità basse, opera su piste non pavimentate e ha un vano di carico posteriore di facile accesso. I costi

wikibooks.org | 2018/5/26 9:02:49

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Nuova Zelanda print that page

inesistente e che la Nuova Zelanda non era certo una nazione popolosa come molti altri belligeranti. Nel dopoguerra ha combattuto in Corea e ha svolte molte missioni di peace-keeping. Ovviamente è legata alla sua 'sorella maggiore', l'Australia, con la quale ha formato i famosi reparti ANZAC

wikibooks.org | 2017/10/7 8:33:58

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Nigeria print that page

processo di distacco dalla Corona inglese, il governo coloniale nigeriano prese il controllo delle forze militari locali. Purtroppo, subito dopo la sua creazione come Stato indipendente, la Nigeria dovette affrontare una terribile guerra civile con la provincia secessionista del Biafra, giusto

wikibooks.org | 2018/7/11 6:54:31

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Messico print that page

Sonora_aircraft

Potrà sembrare strano che le Forze Armate messicane, protagoniste storiche della politica nazionale, negli ultimi decenni non siano state particolarmente attive in tal senso, anzi siano diventate le meno politicamente impegnate dell'America latina. Fino alla rivoluzione del 1911-20 erano

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Medio Oriente print that page

la loro facile percorribilità via terra, ha fatto sì che qui i carri armati fossero una delle forze più importanti, assieme all'aviazione: la guerra del deserto, insomma, estremamente mobile e agile nell'esecuzione, perché con questi ampi spazi non v'é quasi modo di applicare la classica

wikibooks.org | 2015/7/9 14:42:39

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Kenya print that page

Il Kenya ha attualmente una delle situazioni più stabili dell'Africa Orientale, anche se si tratta di un equilibrio molto precario. Il Kenya, famoso per i suoi grandi parchi naturali e la ricchezza della fauna, passò sotto il protettorato inglese nel 1890 e divenne una colonia nel 1920

wikibooks.org | 2015/7/9 14:42:17

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Italia: Marina SSK e seconda linea print that page

12 mine Motto: Bagnolini: A montibus in imos una virtus; Toti: Vincere ad ogni costo; Dandolo: Secondo a nessuno; Mocenigo: Per aspera ad astra Unità : Pennant number Nome Cantiere Impostazione Varo entrata in servizio Disarmo S 505 Attilio Bagnolini C.R.D.A. di Monfalcone

wikibooks.org | 2018/8/4 0:38:39

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Italia: Marina print that page

Impavido_DN-SC-92-01098

Carabinieri (da poco indipendente dall'Esercito propriamente detto), costituisce una delle quattro Forze Armate italiane: ad essa sono affidati il controllo e la condotta delle operazioni navali nelle acque territoriali ed internazionali. La sua funzione non è peraltro unica: in mare sono

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Israele-3 print that page

INS_Hetz.

I sottomarini israeliani sono oramai una specialità ultracinquantennale, dato che la specialità nacque già nel 1951 e fino al 2005 aveva avuto circa 1.800 sommergibilisti brevettati, nonostante la dura selezione e la scarsità di mezzi subacquei. La prima generazione di sottomarini israeliani