-

Risultati 11 - 20 su circa 251 per  Wikipedia / Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-5 / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-4 print that page

Tu4

Tupolev Tu-4 , nome in codice NATO "Bull", è stato il primo bombardiere strategico postbellico dell Unione Sovietica, e la sua somiglianza con il B-29 americano, come vedremo, non era casuale. Oggi chi ricorda il nome di Tarvrichanka? Eppure da lì rinasce la storia dei bombardieri sovietici

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-3 print that page

Jak-25

Nonostante la minaccia sovietica che gli occidentali paventavano, in realtà gran parte delle risorse delle forze armate sovietiche era intesa in senso difensivo. La Marina era largamente una forza di difesa costiera, specie fino agli anni '70; l'aviazione, dal canto suo, aveva un compito

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-cargo print that page

Victory_Day_Parade_2008-22

ingresso in servizio, nel 1947, il "Colt" è stato comunque il più prodotto aereo da trasporto del secondo dopoguerra , grazie alla sua straordinaria maneggevolezza a basse velocità, robustezza e versatilità. È stato prodotto anche nel modello a turboelica An-3, ma lo standard è dato

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-Strikers print that page

Il-28_RB1

e gli studi tedeschi sulle nuove tecnologie a turbina furono di grande aiuto per la disastrata Unione Sovietica, uscita vincitrice, ma in macerie, dalla guerra più dura mai subita da una singola nazione. Indice 1 Bombardieri leggeri 1.1 Il-28 Beagle: il Canberra dei 'Rossi' 1

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-Missili 3 print that page

La guerra aveva insegnato ai sovietici l'importanza delle flottiglie di siluranti collegate ad un comando a terra, che stabiliva come dovessero agire e quando attaccare e ritirarsi. Ma con i sistemi radar di scoperta e tiro, esse si trovavano sempre meno nella possibilità di sfuggire alla

wikibooks.org | 2015/7/9 14:51:39

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-MiG-2 print that page

Tupolev_Tu-128_@_Central_Air_Force_Museum

denti di Tupolev. IL primo stadio fu il Tu-102, progettato con la guida di S. Eger e I. Nezval, secondo l'esperienza del Tu-98, che era anche il diretto antenato del Tu-22. Solo che quest'ultimo era più grosso e aveva motori in coda. Pare che esso avesse due motori VD-19, frutto di Dobrynin

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-MiG print that page

USAF_MiG-15

Durante la seconda guerra mondiale l Unione Sovietica non aveva aeroplani a getto e, come arrivò la fine del conflitto, si concentrarono gli sforzi per colmare questa lacuna. Ci furono vari esperimenti di macchine a propulsione mista, cioè che montavano sia motori a pistoni che a getto,

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-Missili 2 print that page

2P16_Luna

sistemi, come il 9K52 e 9K52M, il missile noto come 9M21 con varie sottoversioni. Questo perché Forze armate , OKB, NATO, industria sovietica ecc. ecc. avevano ognuna una formula per identificare queste armi. Come gli altri FROG, il FROG-7 è privo di guida e le 4 alette alle estremità

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-bombardieri print that page

Tu-16badger_2

Il Tu-16 , nome in codice NATO "Badger", è stato il primo bombardiere medio motore a reazione|a reazione Unione Sovietica|sovietico. Entrò in linea circa cinque anni dopo il Boeing B-47 Stratojet statunitense, con il quale aveva molto in comune in termini di capacità complessive, ma un

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-Sukhoi print that page

SU-7_and_Su-17_side_by_side

mentre Nativi, nel suo reportage sul Viggen del '93, ha notato un dato di consumo di ben 15 kg al secondo a pieno A/B, che in tal caso, se correttamente riportato, indicherebbe un'autonomia anche minore). Il carico utile era di 2.500 kg su sei punti d'aggancio, ma per questo che era, a tutti